Virus: Sober sfrutta Paris Hilton e l’FBI

Mikko Hypponen, della società F-Secure, ha dichiarato: "I numeri che stiamo osservando con Sober Y sono già preoccupanti, si tratta del più diffuso boom di un worm email per quest’anno". E’ stata proprio la finlandese F-Secure ad assegnare il livello 1 di allerta (il più alto) a quest’ultima variante di "Sober", capace di diffondersi attraverso milioni di email solo nelle ultime ore. Utilizzando messaggi di posta elettronica che promettono foto sexy di Paris Hilton o avvertono di "presunte" indagini del Federal Bureau of Investigation (FBI), così come della CIA (questo è apparso nelle ultime ore) o del German Bundeskriminalamt (BKA), "Sober Y" riesce infatti a diffondere un allegato capace, neanche a dirlo, di infettare il computer dell’utente una volta aperto. Per comprendere il grado di evoluzione del virus "Sober", basta pensare che la prima segnalazione si è avuta nell’ottobre 2003 e, da allora, ne sono state rilevate oltre 25 varianti e sono stati milioni i Pc raggiunti ed in gran parte colpiti dal virus. Per difendersi dagli attacchi di "Sober Y", i consigli sono sempre gli stessi: istallare un buon programma antivirus da tenere aggiornato e prestare estrema attenzione al mittente ed all’oggetto dell’email. Non accettate messaggi dagli sconosciuti!

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Virus: Sober sfrutta Paris Hilton e l’FBI