Vita da intellettuale? Occhio al peso

Secondo i ricercatori canadesi dell’Università del Quebec, infatti, lavori intellettivi e studio inducono ad assumere calorie che poi non vengono consumate appieno proprio a causa della natura dell’occupazione.Dalle analisi del sangue dei soggetti che hanno preso parte allo studio, gli scienziati hanno potuto ricondurre il senso di fame riscontrato nei volontari a sbalzi nei livelli di glucosio e insulina. Mangiare un po’ di frutta durante il lavoro/studio ed una leggera attività fisica a fine giornata possono quindi rivelarsi molto utili.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Vita da intellettuale? Occhio al peso