Vita sessuale: gli austriaci i più soddisfatti

L’indagine è stata condotta in ben 29 paesi ed ha interessato 27.550 persone di età compresa tra i 40 e gli 80 anni, rivelando come l’attività sessuale sia sempre più importante anche in quella che è una "seconda giovinezza". D’altro canto, però, emergono differenze a seconda delle zone del mondo prese in considerazione. Nei paesi occidentali, infatti, circa due persone su tre si dicono soddisfatte della propria attività sessuale, mentre ciò non si verifica in quelle nazioni dove la donna viene ancora considerata, in prevalenza, come "colei che procrea". Qui, nei paesi in via di sviluppo, le donna vive con difficoltà la propria sessualità. Considerando solo i paesi più avanzati, invece, le differenze vanno ricercate nel grado di soddisfazione tra uomini e donne e nella tipologia del rapporto. I maschietti sono, in generale, più contenti della propria vita sessuale ed il matrimonio risulta "meno stimolante" di un rapporto tra partner non legati dall’anello nuziale. Infine, tra le curiosità emerse dallo studio di Edward Laumann, segnaliamo che, in Europa, gli austriaci sono i più soddisfatti, mentre in coda troviamo Francesi e Svedesi .

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Vita sessuale: gli austriaci i più soddisfatti