Vodafone MyFuture: dai telefonini ai pannelli solari

La prima edizione della campagna ha toccato in un tour itinerante 10 città italiane e gli oltre 700 negozi Vodafone One e ha permesso raccogliere oltre 20.000 terminali. Il ricavato dalla loro rigenerazione, unito al contributo di Vodafone, ha permesso di finanziare l’installazione degli impianti fotovoltaici forniti da Enel.si nelle sei scuole individuate con il supporto di Legambiente nelle città di Palermo, Agrigento, Grosseto, Pesaro, Comacchio e La Spezia. Come detto, quest’anno l’obiettivo della campagna è di dotare di impianti fotovoltaici una scuola in ogni regione d’Italia.Ogni impianto fotovoltaico installato produrrà mediamente oltre 7 mila kilowattora all’anno, consentendo quindi alla scuola di risparmiare sulla bolletta e riducendo l’emissione in atmosfera di circa 5 tonnellate di CO2 all’anno (pari all’anidride carbonica emessa da un’auto che percorre 1100 km o dal consumo di 3 barili di petrolio). Inoltre le scuole potranno destinare ad altre attività quanto risparmieranno in bolletta.In occasione della seconda edizione di "MyFuture – il tuo telefonino ha ancora tanta energia", a Milano verrà inaugurato il primo "spazio responsabile" dove, dal 1 all’11 aprile, è possibile smaltire vecchi cellulari, ricaricare il proprio telefonino con la nuova Ecoricarica e acquistare borse esclusive realizzate riciclando le affissioni delle passate campagne pubblicitarie.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Vodafone MyFuture: dai telefonini ai pannelli solari