Vogliono soffiare Facebook a Zuckerberg

L’uomo, tale Paul Ceglia, nel 2003 avrebbe siglato un contratto con lo stesso Zuckerberg per lo sviluppo della piattaforma che sarebbe poi diventata, a distanza di appena un anno, il nuovo fenomeno di Internet.Stando alle indiscrezioni riguardanti la tipologia del contratto stipulato da Ceglia e Zuckerberg, l’accordo prevedeva il versamento al programmatore di una somma di appena 1000 dollari, alla quale si sarebbe però poi dovuta accompagnare una quota di ben il 50% del prodotto più un ulteriore 1% giornaliero fino al termine dei lavori. Se le cose stessero davvero così, a Ceglia spetterebbe ben l’84% di Facebook e quindi del suo valore. A decidere sulla controversia sarà un tribunale federale. Ricordiamo, infine, che Zuckerberg non è nuovo a questo genere di accuse, anche se nulla fino ad oggi è stato ancora dimostrato. C’è qualcosa di vero o Facebook fa solo gola a troppe persone?

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Vogliono soffiare Facebook a Zuckerberg