Volkswagen: il ritorno della Jetta

Allo stesso modo
è aumentato anche il volume del bagagliaio fino a 527 litri (più 72 litri). Il
design più personale, con la griglia del radiatore cromata e il Marchio nello
stile della Roadster Concept R, indica visivamente il progresso compiuto. Allo
stesso tempo il comfort non è rimasto indietro: l’innovativo telaio con il suo
asse posteriore a quattro bracci, rende tecnicamente possibile una simbiosi
perfetta fra qualità del comfort e dinamica di guida. All’introduzione sul
mercato italiano, in programma per il prossimo 12 settembre, la nuova Jetta
verrà proposta con tre livelli di equipaggiamento: Trendline, Comfortline e
Sportline. Ricca l’offerta di serie, che comprende, già dalla 1.6 Trendline,
dotazioni come climatizzatore semiautomatico (Climatic), ESP, sei airbag,
poggiatesta anteriori attivi, servosterzo elettromeccanico, alzacristalli
elettrici (quattro), chiusura centralizzata con comando a distanza, specchietti
esterni regolabili e riscaldabili elettricamente, sedili posteriori ribaltabili
in modo asimmetrico e ruote 205 (16 pollici). La Jetta monta luci posteriori con
tecnologia LED, nello stile della Golf Plus e della Passat. Per quanto riguarda
la sicurezza, oltre agli airbag frontali, laterali e laterali per la testa di
serie, si possono ordinare come optional anche gli airbag laterali per i sedili
posteriori. Tutti i cinque posti sono equipaggiati con poggiatesta e cinture a
tre punti; davanti vengono utilizzati poggiatesta attivi, tendicintura e
limitatori della forza della cintura. Nella Jetta Comfortline, inoltre, alcuni
sensori speciali sorvegliano la pressione interna degli pneumatici e avvisano il
guidatore in caso di perdita di pressione. La
Volkswagen offrirà la nuova Jetta
in Europa complessivamente con sette motori a quattro cilindri (quattro a
benzina, tre Diesel), con una gamma di prestazioni che va dai 75 kW /102 CV
(1.6) ai 147 kW /200 CV (2.0 turbo FSI). Tre dei quattro motori a benzina e
tutti i Diesel sono a iniezione diretta e tutti soddisfano la norma Euro 4. I
TDI e il 2.0 FSI con turbocompressore, già noto dalla Golf GTI, saranno
disponibili come optional con il cambio a doppia frizione DSG, altamente
efficiente e sportivo. Per due altri motori a benzina sarà inoltre disponibile,
sempre su richiesta, un cambio automatico a sei marce.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Volkswagen: il ritorno della Jetta