Volvo Alcoguard: l’etilometro in auto

Ingrid Skogsmo, direttrice del Volvo Cars Safety Centre, ha dichiarato: "Alcoguard è uno strumento che intende aiutare l’automobilista a prendere decisioni ‘sobrie’. Oggi, in Europa, un incidente stradale ogni tre è infatti dovuto all’abuso di alcol. Le nostre tre maggiori insidie nella sfida per lo sviluppo di un ambiente di guida più sicuro sono la velocità, l’uso insufficiente delle cinture di sicurezza e la guida in stato di ebbrezza. Lo scopo del nostro prodotto è quello di contribuire alla riduzione del numero di incidenti causati da veicoli con automobilisti ubriachi alla guida".Per quanto riguarda le aspettative sul prodotto, Volvo ha fissato l’obiettivo di 2000 dispositivi Alcoguard venduti all’anno, da incrementare di anno in anno. Ma come funziona? Prima che l’automobile venga avviata, l’automobilista deve soffiare all’interno di una unità senza fili, delle dimensioni di un piccolo telecomando. Questa è collocata in uno spazio dietro alla console centrale di guida, dove viene anche ricaricata. Dopo l’analisi dello stato dell’automobilista, il dispositivo trasmette (via onde radio) i risultati al controllo elettronico dell’auto.Se il limite di alcol nel sangue, pari a 0.2 g/l (limite svedese), viene superato, il motore non si avvia. Il sistema Alcoguard non può inoltre essere eluso attraverso dispositivi ad aria, quali piccole pompe. I risultati "dell’etilometro da auto" sono infine visibili attraverso tre led posizionati sull’unità mobile: Verde: 0.0 – 0.1 g/l alcol, il motore dell’auto si accende; Giallo: 0.1 – 0.2 g/l alcol, l’auto si accende, ma l’automobilista non dovrebbe guidare; Rosso: più di 0.2 g/l alcol, il motore dell’auto non si accende.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Volvo Alcoguard: l’etilometro in auto