Vuoi viaggiare low cost? Prova il web-stop

carpool_jugo.it

Contrariamente a quello che si pensa, l’autostop non è un fenomeno nato negli anni Settanta  con l’esplosione del desiderio di trasgressione e libertà tipico di quel periodo, bensì negli Stati Unitinel 1914 proprio a causa della crisi economica di allora, quando i viaggiatori offrivano un passaggio sulla propria autovettura al prezzo di un biglietto dell’autobus.

La condivisione del viaggio in auto, detta car pooling, si è diffusa in Europa a partire dal secondo dopoguerra, ma in Italia costituisce un fenomeno molto più recente. Essendo diventato Internet il mezzo di comunicazione più rapido, recentemente anche a causa della crisi economica si stanno moltiplicando i siti attraverso i quali si può prenotare il passaggio in auto per una vacanza itinerante o  per spostamenti di lavoro in quasi tutti i paesi europei. Viaggiare in questo modo è sicuro, in quanto i conducenti si registrano con la propria carta di identità e i messaggi fra gli utenti vengono scambiati senza rivelare i propri recapiti, è divertente perché permette di stringere nuove amicizie, economico consentendo un risparmio fino all’80% ed ecologico. Dopo il viaggio gli utenti sono invitati a postare commenti riguardanti l’affidabilità del conducente utili a chi ne usufruirà in futuro.

Il portale gratuito che conta più utenti nel campo della condivisione del viaggio con prenotazione via Internet o web-stop  è www.carpooling.it  con i suoi 1.300.000 iscritti.  Il sito www.bring-me.it offre anche l’applicazione per Smartphone, è gratuito e semplice e consente a chi non trova subito un passaggio di mettersi in lista di attesa. Tra i tanti possiamo citare anche www.blablacar.it  che è gestito da un team giovane e conta circa 100.000 utenti. Qui la condivisone è semplice e sicura e la scheda degli utenti è più completa perché vengono richiesti  interessi, attività lavorative, lingue parlate, preferenze musicali,  se si è affetti da allergia ai gatti o al fumo e se si consente la presenza di bambini durante il viaggio. I più pignoli possono avere informazioni anche su modello e colore dell’auto sulla quale viaggeranno.

I conducenti  che offrono passaggi  low cost sulla propria auto sono soprattutto agenti di commercio e consulenti di aziende multinazionali ai quali le imprese non rimborsano le spese di viaggio, mentre gli utilizzatori spaziano dallo studente, al pendolare, al libero professionista o alla madre single con bambini al seguito.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Vuoi viaggiare low cost? Prova il web-stop