Wireless e banda larga nel futuro di TIM

Dopo la sperimentazione del Wi-Bro, la banda larga senza filo fino a 20 Megabit in download, alle Olimpiadi di Torino e le prime prove tecniche del digitale mobile DVB-H in collaborazione con RAI, TIM affila le armi per conquistare la leadership nell’ambiente competitivo della telefonia mobile del prossimo futuro. Se Tre ha lanciato proprio pochi giorni fa la prima offerta HDSPA che permette di navigare fino a 3,6 Megabit al secondo su internet, TIM non sta a guardare e rilancia puntando sulla convergenza dei
servizi e dei contenuti.

Entro il 2006 quasi il 50% della popolazione potrà usufruire della rete ad alta velocità di TIM, per navigare e scaricare contenuti multimediali, canzoni e film. La Tv mobile, che oggi conta su otto canali trasmessi in modalità streaming, godrà di un pre-lancio a maggio, in tempo per i Mondiali di calcio 2006, prima del debutto vero e proprio previsto per settembre prossimo. Nella gamma dei
dispositivi mobili figurano accordi già sottoscritti con Samsung e Sagem. Nel secondo semestre oltre il 70% della rete potrà ricevere in modalità broadcast
- come l’attuale televisione via etere – i canali gratuiti, i contenuti premium e le partite del campionato di calcio di Serie A e di Champions League.

Prima di Natale TIM lancerà anche un’offerta di telefonia fissa e mobile integrata: con un unico apparecchio si potrà chiamare con la rete GSM/UMTS in mobilità e telefonare attraverso la propria rete di casa approfittando di tariffe più convenienti, di messaggi istantanei e molto altro. La convergenza arriverà anche per la navigazione su internet: con un unico abbonamento ci si potrà collegare con l’ADSL da casa o via telefonino dovunque ci si trovi

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Wireless e banda larga nel futuro di TIM