WTCC: una BMW da mondiale

L’unico Campionato mondiale turismo che è stato disputato finora è stato nel
1987,  vinto da Roberto Ravaglia alla guida di una BMW M3. Dopo la Formula Uno ed il Campionato Rally, il WTCC è la terza disciplina per la quale la FIA ha stabilito un titolo di campionato mondiale.
“Il titolo di campione mondiale significa un importante salto di qualità della serie”, enfatizza il Direttore
Motorsport della BMW Mario Theissen.
“Più costruttori e piloti famosi assicureranno un interesse crescente”. Le corse di turismo internazionale sono state sempre, per tradizione, un forte pilastro dell’attività sportiva della BMW. Con i due trofei vinti nel 2004, il medagliere BMW ha ora venti titoli di campionato europeo turismo. “La BMW 320i – aggiunge Theissen – sarà sottoposta di nuovo ad ulteriore sviluppo a Monaco di Baviera. Vogliamo anche poter offrire ai nostri team nazionali un kit da corsa per il WTCC che sia potenzialmente in grado di vincere”.
La BMW metterà in campo tre team nazionali nei dieci round del Campionato del mondo. Per il quarto anno consecutivo, Dirk Müller e Jörg Müller
rappresenteranno la bandiera della squadra BMW tedesca, la Schnitzer Motorsport. A parte questi due esperti piloti, il 2005 vedrà un terzo esponente nel ruolo di pilota collaudatore della BMW, il britannico Andy Priaulx. L’attuale campione FIA ETCC spera di confermare le prestazioni positive della scorsa stagione con il Team inglese della BMW,
l’RBM. A prendere posizione in griglia per il Team BMW italo-spagnolo di Ravaglia saranno ancora una volta Antonio Garcia
e Alessandro Zanardi.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > WTCC: una BMW da mondiale