WTCC: Zanardi si cappotta, illeso

Lo stesso Zanardi ha
ammesso un suo errore di valutazione, ma complice dell’incidente è stata
sicuramente la scarsa aderenza della pista bagnata dalla pioggia. "E’ la prima
volta che mi capotto in carriera da quando corro con le auto – ha commentato
Alex, dopo lo spettacolare cappottamento -, mi dispiace di avere fatto un errore e
di aver vanificato il lavoro dei meccanici. Mi sentivo di poter fare delle cose
egregie qui a Spa. Peccato, un pivello… non ci sono scusanti. Ho commesso un
errore, l’unica cosa non chiara sono i giri su me stesso che ho fatto. Non si
contano in quel momento. Pensi ad altro. Non vedi l’ora che la macchina si
fermi. Aspetti che nessuno ti centri, poi slacci le cinture ed esci. Io penso di
avere fatto tre giri e mezzo su me stesso. La mia BMW era ferma sul fianco
sinistro, dal mio sportello. Quando ho sentito che le vetture passavano piano
perché era già stata esposta la bandiera rossa sono sgattaiolato fuori dal
davanti. Non ho fatto neanche fatica, non c’era più il vetro. Poi mi sono alzato
con i commissari che mi guardavano allibiti, mi domandavano se fosse tutto ok.
Figuriamoci, con quello che ho già passato". Alex Zanardi non cerca quindi
scusanti, prendendosi tutta la responsabilità dell’incidente:
"Non si debbono
commettere questi errori, ci vuole sempre la testa connessa quando si corre.
Diciamo che se fossi uscito nello stesso modo, fuori traiettoria ma senza che
prima fosse piovuto, la pista avrebbe avuto più aderenza e non sarei finito
contro le barriere dove la vettura ha fatto pendolo. Ho toccato dietro e poi,
prima di picchiare davanti, ho cominciato a volare. Davanti e dietro, ‘pim pum
pam’, che casino". Le condizioni della sua 320i sono irrecuperabili: verrà
demolita e ricostruita si spera in tempo utile per la gara di fine agosto in
Germania. "Ho rovinato le ferie ai ragazzi… sono un…", conclude Zanardi
con la sua solita ironia. Nel frattempo, J.Muller con la BMW 320i è risultato il
più veloce, seguito da Farfus con l’Alfa 156 D. Muller (BMW), leader del
campionato piloti, e Tarquini con l’Alfa Romeo. Ottimo il 7° posto di Colciago
con la Honda Accord, solo al dodicesimo posto Giovanardi con i suoi 60 kg. di
zavorra.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > WTCC: Zanardi si cappotta, illeso