WWF e LIPU: Convenzione degli Appennini

L’iniziativa, che coinvolge 15 regioni, dovrà inoltre identificare le aree più importanti e le specie di vertebrati più a rischio, fra i quali compaiono l’orso bruno marsicano, la lepre appenninica, il capriolo italico e numerose altre specie di mammiferi e uccelli minacciate. Fulco Pratesi, Presidente del WWF Italia, ha dichiarato: "Con il nostro contributo vogliamo rafforzare quella parte propositiva e operativa della Convenzione finalizzata alla conservazione della biodiversità delle aree appenniniche contribuendo così a raggiungere quegli obiettivi che l’Italia si è posta sottoscrivendo il Countdown 2010 in difesa della diversità biologica". L’adesione delle due associazioni alla Convenzione degli Appennini è stata sostenuta e commentata positivamente anche dalla Federparchi, presente con il presidente Matteo Fusilli al momento della firma della "Convenzione degli Appennini".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > WWF e LIPU: Convenzione degli Appennini