WWF: tutela della biodiversità

Lo dimostrano i dati
forniti dal WWF, che segnala 1.011 specie a rischio, tra cui il 68% degli
animali vertebrati. In occasione del meeting sulla Convenzione Internazionale sulla Biodiversità, il WWF ha chiesto al Governo 15 azioni urgenti per tutelare la biodiversità e proteggere le specie animali e vegetali a
rischio. Nel Decalogo il WWF chiede, tra l’altro, di completare la Rete Natura 2000, il sistema coerente di aree protette richiesto
dall’Unione Europea, e individuare piani di conservazione ecoregionali per l’Ecoregione Alpi e
l’Ecoregione Mediterraneo. La tutela della biodiversità deve infatti essere perseguita
nell’ambito di ampi territori omogenei da un punto di vista ecologico, ovvero oltre i confini amministrativi.
Il WWF ha inoltre in programma per il Summit di Montecatini iniziative assieme
all’UNEP (Il Programma Ambiente delle Nazioni Unite). Due di questi riguardano l’Italia e si svolgeranno il 16 giugno: nel primo verrà celebrato il gemellaggio tra due ecoregioni europee, Alpi e Carpazi.
Quest’ultima catena montuosa, infatti, costituisce la spina dorsale dell’Europa centro-orientale ed è il rifugio di animali selvatici tra cui lupi, linci, orsi bruni.
Nel secondo incontro, sugli Alti mari (High Seas) del Mediterraneo, verrà proposta
l’istituzione di sei aree marine protette d’Alto Mare, tra cui due in Italia.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > WWF: tutela della biodiversità