Yamaha Giggle, diverso per natura

La voglia di distinguersi non ha però danneggiato la funzionalità e la praticità, tutt’altro. Basti pensare che il nuovo Yamaha Giggle, oltre a garantire consumi estremamente ridotti, offre una posizione di guida confortevole e un baule ad apertura laterale da ben 33 litri di spazio. Grande interesse è naturalmente legato al motore 4 tempi da 50cc, raffreddato a liquido. Il propulsore è realizzato con soluzioni tecnologiche di vertice, tra le quali anche un sistema d’iniezione elettronica miniaturizzato e 3 valvole per cilindro. Ed è proprio l’adozione di una valvola in più, rispetto alle 2 tradizionalmente utilizzate negli scooter da 50cc, a garantire prestazioni eccellenti e soprattutto una significativa riduzione delle emissioni. A rendere davvero unico il Giggle è però, senza alcun dubbio, il suo originale design neo-retro e la straordinaria praticità. La carenatura, marcatamente "squadrata", è arricchita da un faro anteriore rotondo e largo, dall’ampio parabrezza anteriore e da un manubrio da moto. Il tutto sviluppato inseguendo una personalità decisa, ispirata ai modelli classici del design anni ’60, eppure nuova e sorprendente. Curioso sottolineare come, a differenza di altri scooter, lo scudo, il parafango e il faro, quando si gira il manubrio, si muovono tutti insieme.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Yamaha Giggle, diverso per natura