Zanardi torna in moto con Riders e BMW

Dopo aver trovato la corretta posizione in sella e verificato la funzionalità dei servocomandi, sviluppati dalla Guidosimplex, per intervenire manualmente sul cambio e sull’impianto frenante della HP2 Sport, Zanardi ha inanellato una serie di giri, migliorando in un crescendo di emozioni la performance e il divertimento.

Alessandro Zanardi alla fine del turno ha dichiarato: "Grazie agli amici di Riders che hanno coinvolto il sottoscritto e BMW Motorrad Italia in questo tentativo apparentemente complicato, ho vissuto una giornata fantastica che mi ha permesso di riassaporare sensazioni così belle, che non ricordavo. Spero ci sia una prossima puntata perché se la HP2 Sport mi ha fatto divertire così tanto non immagino quanto possa fare la S 1000 RR…".

La normativa attuale, grazie all’abrogazione del 5 comma dell’art. 327 del codice della strada che impediva il rilascio o la conferma della patente per conducenti con minorazioni agli arti, consente dal 2003 ai portatori di disabilità più o meno gravi di tornare alla guida della moto. Per salire in sella serve il parere positivo di un comitato tecnico/medico (art .119 cds).

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Zanardi torna in moto con Riders e BMW