Cos’è l’accisa? La strana storia della tassa sui carburanti

Benzina

Recarsi al distributore nasconde alcuni aspetti impensabili per gli automobilisti. Che si tratti di benzina, gasolio, GPL o metano, nel prezzo del carburante per l’autotrazione è compreso un costo aggiuntivo, l’ormai nota accisa. Ma cosa ne sappiamo veramente?

E’ l’Aduc a ricordarci che, proprio per l’accisa, nel prezzo della benzina sono compresi anche costi difficilmente immaginabili, come quello per la guerra in Abissinia. Il recente aumento delle accise, deciso dal governo Monti, ha convinto l’associazione dei consumatori a stilare un elenco che riportiamo di seguito. Il totale, il valore dell’accisa di 0,35 euro, ma le singole voci lasciano quantomeno perplessi:

  • 1,90 lire per la guerra di Abissinia del 1935
  • 14 lire per la crisi di Suez del 1956
  • 10 lire per il disastro del Vajont del 1963
  • 10 lire per l’alluvione di Firenze del 1966
  • 10 lire per il terremoto del Belice del 1968
  • 99 lire per il terremoto del Friuli del 1976
  • 75 lire per il terremoto dell’Irpinia del 1980
  • 205 lire per la missione in Libano del 1983
  • 22 lire per la missione in Bosnia del 1996
  • 2 centesimi per il rinnovo del contratto degli autoferrotranviari del 2004
  • 2 centesimi per il Fondo unico per lo spettacolo 2011
  • 4 centesimi per far fronte all’emergenza immigrati dovuta alla crisi libica del 2011
  • 9,9 centesimi per la manovra economica Monti del 2011

Appassionato di Auto & Moto?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Auto & Moto:

    Ancora nessun commento

JUGO > Auto & Moto > Cos’è l’accisa? La strana storia della tassa sui carburanti