L’Aci avverte: 3,5 milioni di auto non hanno l’assicurazione

Incidente

Il documento, presentato nel corso del Forum Internazionale delle Polizie Locali, punta il dito sul florido mercato delle polizze false, favorito dalla crisi e dagli interessi di compagnie fantasma e società prive di titoli a stipulare polizze RC-Auto.

“Le infrazioni rilevate dalle Polizie Locali e dalle altre Forze dell’Ordine per mancanza di copertura rc-auto sono 100.000 nell’ultimo anno – ha dichiarato il presidente dell’ACI, Enrico Gelpi – e le frodi in questo settore rappresentano il 3% del totale delle frodi assicurative accertate. In Inghilterra sono il quadruplo e in Francia il doppio, non perché lì ci sia più propensione all’illecito ma perché quei Paesi trovano conveniente svolgere una adeguata attività di controllo sui sinistri. In Italia gli indennizzi del Fondo di garanzia per incidenti causati da veicoli senza RC-Auto sono stati 22.000 nel 2010, in aumento del 10% negli ultimi tre anni”.

Sempre Gelpi auspica per l’Italia un sistema “capace di rilevare le irregolarità prima della messa su strada dei veicoli”, ovvero una comunicazione obbligatoria della RC-Auto. Ma quali sono le città più colpite (o dove più spesso si scopre) dal fenomeno delle assicurazioni auto contraffatte? In testa c’è Milano, seguita Bologna e Napoli.

In attesa di un giro di vite sulle RC-Auto fasulle, migliori risultati arrivano dalla lotta ad altri generi di contraffazione: il 48% dei reati di falsità accertati riguardano la patente e il 22% i permessi per gli invalidi, mentre il 21% le assicurazioni, il 5% le carte di circolazione, il 3% i permessi di accesso ai centri urbani e l’1% le targhe.

Appassionato di Auto & Moto?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Auto & Moto > L’Aci avverte: 3,5 milioni di auto non hanno l’assicurazione