Assicurazioni auto: gli italiani cambiano, prezzo e servizi le qualità richieste

Incidente

Automobilista fedifrago o consumatore coscienzioso? L’italiano ha scoperto i vantaggi del poter confrontare le polizze offerte delle diverse compagnie assicurative e, a tre anni dal boom dei comparatori online, è oggi un “mastino” pronto ad azzannare la proposta più conveniente.

E’ quanto emerge dalla ricerca di Facile.it, che ha voluto indagare il comportamento degli automobilisti (un campione di 1000 persone) nei confronti della propria compagnia assicurativa. I dati parlano chiaro: se all’inizio del 2009 meno del 10% degli italiani cambiava compagnia alla scadenza del contratto assicurativo, oggi a farlo è il 32% e quasi la totalità lo rifarebbe.

Perché cambiare assicurazione? Il 75% del campione afferma che il fattore determinante è il prezzo, ma non mancano i clienti delusi. Il 12% cambia, infatti, per un’esperienza negativa con la precedente compagnia. Per l’8% c’è poi la curiosità derivante dal passaparola di amici e familiari, mentre il 5% si lascia sedurre da coperture aggiuntive offerte allo stesso prezzo.

Traditori e contenti: il 97% di chi ha cambiato compagnia ritiene di aver fatto una scelta corretta, per il risparmio (44%) o per il vantaggio di aver potuto confrontare diverse offerte (53%).

Non mancano i fedelissimi che si fidano del proprio assicuratore (40%) e si dicono scettici (21%) nei confronti di promozioni e offerte su internet. Il 16% è stato, invece, fermato dalla pigrizia. Ben il 22% dice di rimanere con la propria compagnia perché “offre vantaggi particolari per la propria categoria professionale”.

Cosa chiedono gli italiani ad una compagnia assicurativa? Prezzi competitivi (53%), un buon servizio clienti (17%), una buona assistenza in caso di sinistro (17%) ed iniziative promozionali (12%).

Appassionato di Auto & Moto?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Auto & Moto > Assicurazioni auto: gli italiani cambiano, prezzo e servizi le qualità richieste