Audi: dall’ibrido di oggi, alle citycar sportive di domani

Audi Urban Concept

Il futuro dell’A1 viaggia su binari stravaganti. Se con la compatta di Ingolstadt avevamo apprezzato gli sforzi compiuti per combinare le dimensioni compatte alla sensazione di sportività, con lo studio Audi Urban Concept ci troviamo di fronte ad uno step ulteriore.

Lo status di concept, infatti, ha permesso ad Audi di esplorare nuovi orizzonti combinando, in un veicolo urbano 1+1 posti, elementi di un’auto da corsa, di una roadster e di una citycar. Indubbiamente curioso è il risultato di questo mix è una vettura slanciata a ruote scoperte (21 pollici), con le protezioni che incorporano strisce di luci LED.

Guidatore e passeggero sono seduti in basso, in posizione leggermente sfalsata, mentre comandi e materiali sono pensati in chiave ultra leggera. Le porte e il tetto sono integrati in un unico elemento che scorre all’indietro consentendo l’accesso all’abitacolo. A proposito di tecnologia, il cockpit è in fibra di carbonio rinforzata (CFRP) e la propulsione è offerta da due motori elettrici e-tron, alimentati da una batteria agli ioni di litio.

Se il futuro remoto della casa tedesca si chiama Audi Urban Concept, quello prossimo è invece all’insegna della tecnologia ibrida. Sempre in questi giorni, infatti, è stata annunciata la nuova Audi A8 hybrid che vedremo su strada nel 2012. La vettura avrà una potenza di 245 CV e consumi inferiori a 6,4 l/100 km (ciclo europeo), grazie al motore benzina 4 cilindri 2.0 TFSI abbinato a un motore elettrico da 40 kW (54 CV) e batterie al litio. Buone le performance: Audi A8 hybrid percorrerà gli 0-100 km/h in 7,7 secondi e raggiungerà i 235 km/h.

Appassionato di Auto & Moto?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Auto & Moto:

    Ancora nessun commento

JUGO > Auto & Moto > Audi: dall’ibrido di oggi, alle citycar sportive di domani