Golf GTI Cabriolet è la novità Volkswagen per il Salone di Ginevra

Tutta l’attenzione di appassionati e addetti ai lavori è concentrata sul debutto assoluto di Golf GTI Cabriolet, la Golf scoperta più veloce di sempre. Equipaggiata con un potente motore 4 cilindri a quattro valvole 2.0 da 210 CV, la vettura raggiunge i 237 km/h di velocità massima e accelera da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi. Valori di tutto rispetto che, grazie all’evoluzione motoristica, si sposano a consumi nel ciclo combinato di 7,6 l per 100 km ed emissioni di 177 g/km per la versione con cambio DSG.

In vendita dall’inizio della prossima estate, Golf GTI Cabriolet è una versione GTI in piena regola, sia dal punto di vista motoristico che estetico, a partire dal paraurti dedicato fino ai dettagli come la cornice rossa della calandra, i terminali di scarico cromati, i fari LED al posteriore e i cerchi in lega da 17”, proposti nel modello Denver. Anche all’interno le sensazioni sono sportive, grazie ai rivestimenti in tessuto scozzese Jacky.

Per una cabrio, un discorso a parte va fatto per la capote che su Golf GTI Cabriolet è in tessuto e già ben collaudata per essere dello stessa tipologia di quelle già montate sulle altre Golf scoperte: azionamento elettroidraulico di serie e apertura, azionabile fino alla velocità di 30 km/h, nel tempo di 9,5 secondi.

Come accennato ad inizio articolo, Golf GTI Cabriolet non sarà l’unica novità Volkswagen per il Salone di Ginevra 2012. Il prossimo 8 marzo, infatti, farà il suo debutto la nuova Polo BlueGT che pone l’accento sull’equilibrio tra prestazioni e consumi, grazie all’innovativo sistema ACT per la gestione di cilindri, montato sul motore TSI 1.4 da 140 CV. Abbinato al cambio automatico DSG a 7 rapporti, il motore con ACT consente a Polo BlueGT di consumare 4,5 l/100 km di benzina nel ciclo combinato e di offrire velocità massima di 210 km/h e accelerazione da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi.

Passando alle novità Beetle e Passat con allestimento R-Line, per il maggiolino Volkswagen ha impreziosito la versione Sport, con motori 1.4 TSI 160 CV e 2.0 TSI 200 CV, aggiungendo un pacchetto per gli esterni e un altro per gli interni. Per quanto riguarda l’estetica, Beetle R-Line offre un paraurti più sportivo, fascioni laterali e cerchi in lega Twister da 18”, mentre nell’abitacolo troviamo sedili sportivi e soluzioni come il volante rivestito in pelle e i listelli battitacco.

Su Passat R-Line, disponibile sia berlina che Variant, i paraurti sono in stile R con il diffusore nero al posteriore, mentre lo spoiler sul tetto è verniciato in tinta con la carrozzeria. I cerchi della R-Line sono i Mallory da 17 pollici. All’interno, i sedili sportivi incontrano inserti decorativi in Argento Titanio e volante multifunzione con logo R-Line.

Appassionato di Auto & Moto?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Auto & Moto > Golf GTI Cabriolet è la novità Volkswagen per il Salone di Ginevra