La nuova patente europea di guida: cos’è e come ottenerla

corsoistruttori

Chi ha conseguito la patente di guida un po’ di anni fa, potrebbe ancora avere a disposizione la vecchia patente, cartacea e simile alla carta di identità. I più giovani invece sono già dotati della nuova patente europea, data loro dall’istruttore di scuola guida al momento dell’esame finale.

La nuova patente si chiama “europea” perché tutti gli Stati membri dell’Unione Europea si sono dovuti attenere ad alcune disposizioni comuni sancite dalla stessa UE. L’Italia, dunque, così come altri paesi membri, ha adottato tutte le disposizioni per evitare rischi di falsificazione del documento, realizzando la nuova patente.

Non si contano, infatti, gli episodi di contraffazione e falsificazione della patente di guida; c’è un numero incredibile di schede prive di validità ma ugualmente circolanti sul nostro territorio, cosa che causa diversi problemi anche in sede penale, in caso di incidenti. La nuova patente è di policarbonato e ha una sigla distintiva dello Stato italiano che figura in un rettangolo di colore blu, circondata dalle dodici stelle gialle dell’Unione.

La patente italiana ha anche, su entrambe le facciate, nell’angolo inferiore, una banda trasversale tricolore verde, bianca e rossa. La novità principale è la scadenza, che dal 2013 coincide con il compleanno del titolare, per evitare dimenticanze di rinnovo.

Ma come fare per ottenere la nuova patente? Lo abbiamo chiesto a un istruttore di scuola guida, che ci ha risposto che “l’adeguamento dei vecchi documenti alle nuove norme avverrà in modo graduale, in occasione della prima scadenza di validità o, prima, se il conducente chiederà un duplicato per smarrimento, deterioramento o furto”. Insomma, bisogna aspettare.

Alla scadenza della vecchia patente, prima si aggiungeva un bollino: adesso non è più così, basta aspettare e arriverà direttamente a casa la nuova patente in formato card. Si calcola che così, entro il 2024 circa, sarà rinnovato tutto il parco delle patenti attive, sostituite con il nuovo modello plastificato, stampato tra l’altro con nuove modalità laser e sistemi contro la falsificazione.

La nuova procedura informatizzata, inoltre, prevede che, una volta superata la visita, il medico inserisca nel sistema informatico del ministero dei Trasporti tutti i dati del titolare del documento, compresa foto digitale e firma. Il sistema così sarà snellito e velocizzato, e il titolare avrà una ricevuta in attesa dell’arrivo della patente a casa. I costi della procedura non cambiano: si pagano circa 25 euro fra marca da bollo e diritti di motorizzazione.

Appassionato di Auto & Moto?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Auto & Moto:

    Ancora nessun commento

JUGO > Auto & Moto > La nuova patente europea di guida: cos’è e come ottenerla