Premiata ad inizio anno la Opel Zafira Tourer, è la monovolume più ecologica del 2014

Un riconoscimento molto ambito è stato conferito alla casa automobilistica tedesca, la Opel, giudicando una delle sue vetture più apprezzate nel settore delle auto monovolume come più ecologica del 2014, la Zafira Tourer eco-M.

La valutazione ha preso in considerazione due settori di egual importanza: il primo, ha considerato l’efficienza del veicolo ovvero i consumi, la rumorosità, le normative antinquinamento, le emissioni di CO2, mentre  il secondo ha tenuto presente sia  il costruttore che il numero di esemplari venduti.

La Zafira Tourer eco-M è un’auto “monovalente”, equipaggiata con un propulsore quattro cilindri sovralimentato (turbo) da 150 cv, alimentato prevalentemente a metano (anche se la Zafira possiede un piccolo serbatoio di riserva, contenente solo 14 litri di benzina per le emergenze).

Le sue emissioni inquinanti sono davvero basse, si parla di una produzione di CO2 pari a 129 g/km, un risultato eccellente.

Ma anche i consumi non sono da meno, basti pensare che oggigiorno “aiutare il portafogli” non guasta mai.

La Zafira nel ciclo  misto percorre 100 km con soli 4,7 chilogrammi di metano; questo significa che se il metano costa 0,98 centesimi di euro a kg, la percorrenza registrata si ha con soli 4,5 euro e considerando gli ingombri del mezzo, la possibilità di trasportare 7 persone compreso il conducente, i 150 cv “sotto” il cofano, è da considerarsi un trionfo della tecnica.

Per quanto riguarda l’autonomia massima a metano, possiamo contare su bombole (nascoste sotto il pianale della vettura) capaci di contenere ben 144 lt di metano (25 kg alla pressione di circa 200 bar), per una percorrenza di circa 530 km dichiarati.

Inoltre il metano utilizzato come carburante per autotrazione, è considerato un combustibile molto ecologico in virtù del fatto che è possibile trovarlo in natura, a differenza dei prodotti derivanti dal petrolio che necessitano del processo di raffinazione il quale, in aggiunta, ha un costo per l’utenza finale; confrontando auto alimentate a metano ed alimentate da combustibile fossile, la differenza a favore delle prime si evince dalla inferiore produzione di CO2 del 25%, le emissioni di ossidi d’azoto si riducono dell’80% ed il ciclo di combustione non  presenta ne benzene ne particolato.

Nel caso in cui il motore fosse alimentato al 100% con biogas ovvero prodotto da fonti rinnovabili, l’impatto dei gas che potrebbero alterare il nostro clima (la carbon footprint) sarebbe quasi pari a zero.

Appassionato di Auto & Moto?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Auto & Moto > Premiata ad inizio anno la Opel Zafira Tourer, è la monovolume più ecologica del 2014