Restyling Audi Q5: pochi ritocchi estetici, più attenzione all’efficienza

Non aspettatevi una Audi Q5 nuova di zecca, ma quella che vedremo dopo l’estate sarà una vettura con piccole novità ma che riguarderanno un po’ tutti gli ambiti, specie quelli tecnici. All’esterno, infatti, il SUV presenta ritocchi evidenti all’anteriore e nella zona dei fari, con i proiettori caratterizzati da una nuova struttura interna e novità che riguardano anche i LED. Da segnalare sono anche le prese d’aria con inserti nero lucido all’anteriore e, al posteriore, l’inserto diffusore e i terminali di scarico appiattiti nella parte inferiore, disponibili in due varianti. Di serie sono poi i mancorrenti al tetto e un longherone trasversale al tetto.

Anche all’interno di Audi Q5 si segnalano inserti e finiture che esaltano l’accresciuta raffinatezza dell’abitacolo. Tutte le varianti di volante, inoltre, presentano il nuovo design specifico della gamma Q, mentre il sistema di navigazione MMI plus dispone ora di quattro tasti e la manopola di regolazione del volume è dotata anche di funzione skip. Tra i tanti ritocchi e qualche novità tra gli optional, la nuova Audi Q5 offre poi materiali, colori e rivestimenti sono di nuova concezione: tre nuove tonalità per gli interni declinabili con tre diversi tipi di tessuto e pelle.

Si va oltre gli inserti e le piccole modifiche, invece, per quanto riguarda la parte tecnica. Nuovo è il servosterzo elettromeccanico, migliorato nel controllo e nel consumo di energia in rettilineo, così come l’assetto risulta ora più confortevole grazie all’assale anteriore a cinque bracci e il posteriore a bracci trapezoidali. Per quanto riguarda i motori, con il restyling Audi Q5 è disponibile in cinque diverse motorizzazioni a iniezione diretta e sovralimentazione: tre TDI e due TFSI, con sistema Start&Stop di serie. Si parte per i Diesel dalla Q5 2.0 TDI nelle due varianti da 143 CV (105 kW), con cambio manuale e trazione anteriore, e da 177 CV (130 kW). Si sale poi a Q5 3.0 TDI con 245 CV (180 kW), il motore Diesel V6 rielaborato e abbinato al cambio S tronic a sette rapporti e alla trazione quattro. Passando ai Benzina, il nuovo 2.0 TFSI sviluppa 225 CV (165 kW), mentre più prestazionale è il nuovo 3.0 TFSI, un V6 sovralimentato con compressore meccanico che sostituisce il vecchio propulsore da 3,2 litri. Sempre a proposito di motori, inoltre, da segnalare Q5 hybrid quattro, il primo modello ibrido di Audi con un propulsore 2.0 TFSI 211 CV (155 kW) abbinato a uno elettrico da 54 CV (40 kW). Il cambio è il tiptronic a otto rapporti, modificato e privo di convertitore di coppia.

Appassionato di Auto & Moto?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Auto & Moto:

    Ancora nessun commento

JUGO > Auto & Moto > Restyling Audi Q5: pochi ritocchi estetici, più attenzione all’efficienza