Volkswagen Golf GTI Cabriolet: due icone, una nuova emozione

L’estate si avvicina e per gli amanti della guida all’aria aperta c’è una tentazione in più, quella di un classico rivisto come Volkswagen Golf GTI Cabriolet. Dopo oltre trent’anni di storia separata, infatti, i modelli Golf GTI e Cabriolet si incontrano per dare vita a una vettura che abbina potenza e sensazioni uniche.

In vendita da questo mese, la nuova GTI Cabrio è una sportiva scoperta che offre di serie equipaggiamenti come la capote elettrica, il climatizzatore, gli alzacristalli elettrici, l’impianto audio e il sistema di roll-bar. Ma come ogni GTI che si rispetti, è il cuore a battere forte. Sotto al cofano, infatti, c’è un motore 2 litri sovralimentato da 2010 CV, capace di spingere la vettura da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi e alla velocità massima di 237 km/h per la versione con cambio manuale e 235 per quella con cambio a doppia frizione DSG. In entrambi i casi, lo ricordiamo, i cambi sono a sei rapporti.

Le dolenti note, almeno per un’auto del genere, potrebbero arrivare dai consumi, ma le cose non stanno proprio così. Il motore della Golf GTI Cabriolet si dimostra ben equilibrato, tanto da uscire di fabbrica con consumi dichiarati di 7,6 litri per 100 km nel ciclo combinato ed emissioni di 177 g/km (manuale). Passando al prezzo per l’Italia, la nuova Golf GTI Cabriolet arriva nelle concessionarie a 32.100 euro per la versione con cambio manuale e 34.000 euro per la DSG.

Appassionato di Auto & Moto?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Auto & Moto > Volkswagen Golf GTI Cabriolet: due icone, una nuova emozione