Volkswagen: la nuova Golf Cabriolet al Salone di Ginevra

Le differenze con la “sorella” coperta le troviamo nel design della zona posteriore, con la linea del tetto più bassa, così come nel parabrezza fortemente inclinato. Ad esaltare la dinamicità di Golf Cabriolet troviamo poi i gruppi ottici posteriori con tecnologia LED (di serie), gli stessi
della Golf GTI, o i fari bixeno (a richiesta).

L’elemento caratterizzante, il tetto in tessuto, si distingue invece per il sistema elettro-idraulico di serie che consente l’apertura in appena 9,5 secondi. Il meccanismo è attivabile anche a veicolo in movimento, fino a una velocità massima di 30 km/h. Rispetto al passato, la nuova Cabrio rinuncia al roll-bar fisso centrale, sostituito da un dispositivo estraibile automatico alloggiato dietro ai sedili posteriori. La dotazione di sicurezza si completa poi con gli airbag frontali, anteriori testa/torace, per le ginocchia del guidatore e con l’ESP.

Guardando sotto il cofano, la nuova Volkswagen Golf Cabriolet offre 6 propulsori sovralimentati e con iniezione diretta del carburante, con potenze da 105 a 210 CV. Quattro di questi motori, due benzina TSI e due Turbodiesel TDI, si possono avere con cambio automatico a doppia frizione DSG. Tre sono invece le opzioni BlueMotion Technology, come la Golf Cabriolet 1.6 TDI 105 CV.

Appassionato di Auto & Moto?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Auto & Moto > Volkswagen: la nuova Golf Cabriolet al Salone di Ginevra