Volkswagen Up! e Seat Mii: le sorelline a tutto metano

Anche se i prezzi dei carburanti tradizionali sono scesi di qualche centesimo rispetto ai mesi scorsi, sono sempre di più gli automobilisti che scelgono di abbandonare le vetture alimentate a benzina e gasolio, in favore di quelle a metano e GPL. Il motivo è semplice: costi di gestione ridotti, soprattutto per le auto più compatte e leggere. Non è un caso, quindi, che il mercato delle vetture bifuel sia l’unico a mostrare segni di tenuta, anzi di crescita, in questo periodo così difficile per l’economia.

Lo sanno bene case costruttrici come Fiat, la cui gamma a metano è sempre più vasta, ma anche Volkswagen. Nonostante la politica di sconti attuata su tutta la gamma base, non senza polemiche da parte dei competitor, il gruppo tedesco ha infatti lanciato una doppia sfida al mercato delle citycar. Stiamo parlando delle due sorelline compatte Up! e Seat Mii, oggi disponibili nelle versioni con impianto a metano monofuel (quindi con agevolazioni fiscali), anche se in realtà si tratta di bifuel con il serbatoio benzina dalla capacità ridotta.

Cominciamo proprio con la Volkswagen Up! a metano, o la eco Up! se preferite, per la quale la Casa di Wolfsburg ha preparato un motore tre cilindri da 1 litro e 68 CV di nuova concezione. Inserita nella classe di efficienza energetica A+, Up! a metano presenta consumi dichiarati di 2,9 kg o 4,4 m3 di gas ogni 100 km, con emissioni di CO2 di appena 79 g/km. Davvero non male per una vettura a metano che tocca la velocità massima di 168 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 15,8 secondi, tanto che Econometrica l’ha eletta come “auto più ecologica tra quelle in commercio”.

Va detto inoltre che la eco Up! è disponibile nelle versioni a tre e cinque porte e monta due serbatoi di gas naturale, rispettivamente da 35 e 37 litri (72 litri o 11 kg totali) sotto il pianale, in corrispondenza dell’asse posteriore. Come vettura bifuel, non manca un serbatoio di benzina, anche se ridotto a 10 litri di capacità per un’autonomia complessiva di 600 km con il pieno.

Stesso motore, stessa autonomia e tante altre caratteristiche in comune per la Seat Mii a metano, sorellina della Up! che debutta in Italia con prezzo a partire da poco più di 12.000 euro. Le versioni della Seat Mii a gas naturale disponibili per il nostro Paese sono la Reference e la Style, rispettivamente proposte a 12.100 e 13.550 euro per candidarsi ad un ruolo di alternativa ancor più economica alla Volkswagen Up!, la cui base è di base di 12.950 euro sul mercato tedesco.

Appassionato di Auto & Moto?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Auto & Moto > Volkswagen Up! e Seat Mii: le sorelline a tutto metano