Arredo bagno e ristrutturazioni: vasca da bagno o doccia?

bagno

Al momento di arredare casa non sono in pochi che si trovano di fronte ad un bivio, soprattutto per quanto riguarda l’arredamento del bagno, soprattutto in fase di ristrutturazioni: vasca o doccia.

Meglio una doccia veloce la mattina che ci risvegli totalmente e ci dia l’energia sufficiente per farci affrontare la giornata o un bagno caldo rilassante rientrati da lavoro per riprenderci dalle fatiche della giornata?

La vasca è più comoda, ci si rilassa di più, è più utile  nel caso si abbiano dei bambini, la doccia è più veloce e si consuma meno acqua. La doccia per rinfrescarsi quando fa caldo e il bagno per scaldarsi quando fuori piove o c’è la neve. Si potrebbe dire che la vasca abbia come un valore introspettivo, nella vasca ci si accomoda, si legge un libro, si pensa, ci si rilassa ed i bambini giocano con le paperelle  le barchette. L’arredo bagno deve prendere in grande considerazione

la possibilità della vasca da bagno quando vi sono le possibilità di spazio.

Per molti la doccia invece è lo specchio della società odierna ci si insapona, si canticchia e ci si sciacqua, il tutto ad alte velocità e senza soffermarsi troppo.

Potrebbe sembrare sciocco ma la scelta fra vasca e doccia è indicativa dell’indole di una persona. Ma se in casa sono più persone a dover scegliere se far montare un piatto doccia o una vasca?

Purtroppo non sempre si possono avere entrambi, e allora che fare?

Fortunatamente esiste una soluzione che ci porterà a non dovere effettuare una scelta drastica e definitiva, con degli accorgimenti, infatti la vasca può tramutarsi velocemente in un box doccia.

Come?

Basta montare sulla vasca un box ad ante pieghevoli o scorrevoli che chiudendosi non occupino troppo spazio e che non compromettano la possibilità di sdraiarsi nella vasca. Nel caso di vasche da bagno tondeggianti è preferibile applicare un box con le ante a soffietto.

I materiali in cui può essere realizzato il box sono davvero numerosi, le soluzioni più raffinate prevedono un’intelaiatura in acciaio e cristallo temperato per i pannelli, più economiche sono quelli con la struttura il PVC e le ante in vetro sintetico, entrambe sono corredate da guarnizioni in gomma, che evitano la fuoriuscita dell’acqua, proprio come farebbe un normale box doccia.

Il Bagno-lavanderia, soluzione utile e pratica.

Sia nel caso di un bagno di piccola metratura o un secondo bagno adibito anche a lavanderia non è detto che nel caso in cui si debbano collocare la lavatrice e/o l’asciugatrice il bagno diventi necessariamente brutto e un ambiente inospitale.

Attraverso degli accorgimenti nella scelta dell’arredamento bagno anche questa tipologia di bagno potrà essere un ambiente gradevole e confortevole in cui trascorrere il proprio tempo dedicato alla cura del corpo e della persona.

La soluzione scelta dalla maggior parte degli arredatori di interni è quella di posizionare la lavatrice e l’eventuale asciugatrice (apparecchio che sta sempre più prendendo piede anche nelle case italiane) accanto al mobile lavabo applicando un top che riveste il mobiletto e gli elettrodomestici.

La scelta di un’unica dicotomia di colori, senza eccedere nella varietà di cromatismo, darà una sensazione di ordine e spaziosità che potrebbe essere altrimenti compromessa dalla presenza degli accessori lavanderia, inoltre conferisce certamente eleganza e sobrietà all’ambiente, in particolar modo  se si opta per colori neutri come il nero e bianco.

E’ consigliabile montare dei mobiletti sovrastanti gli apparecchi in modo da poter riporre i detersivi ed il necessario per lavare i panni.

Dei contenitori, ad esempio delle ceste, potrebbero essere collocate sopra o sotto i piano di lavoro per poter riporre il bucato pulito o quello che deve essere ancora lavato. I migliori suggerimenti in tal senso possono essere anche forniti nei migliori arredo bagno a Torino, Roma, Napoli e nei grossi centri cittadini per la vendita di prodotti per l’arredo bagno.

Ad esempio: in bagni molto piccoli potrebbe essere impossibile affiancare la lavatrice e l’asciugatrice, in questo caso si possono sovrapporre, mettendo l’asciugatrice sopra la lavatrice, in tal caso è bene far costruire una struttura in cartongesso in cui collocare gli apparecchi che verranno in parte nascosti dalle nicchie.

Chiudendo le nicchie con un porta si può separare l’area lavanderia da quella del bagno, in stanze piccole è consigliabile far montare una porta di vetro trasparente, dato che una porta classica farebbe sembrare l’ambiente ancora più piccolo. Per risparmiare ancora più spazio si potrebbero montare delle piccole scaffalature in cui posizionare l’occorrente per i lavaggi tenendoli sempre in ordine e a portata di mano

Appassionato di Casa & Hobby?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Casa & Hobby:

    Ancora nessun commento

JUGO > Casa & Hobby > Arredo bagno e ristrutturazioni: vasca da bagno o doccia?