2013: Un anno di Cinema

cinema_jugo.it


Un anno ricco di sorprese:  alcune si dovranno ancora svelare, altre sono già uscite dal cilindro, ora confermando i grandi ritorni di autori affermati, ora stupendo lasciando emergere alcuni titoli meno attesi.

I grandi ritorni: E’ stato un gennaio che ha visto innanzitutto tre grandi titoli raccogliere il guanto di sfida di arginare l’inflessione di incassi al botteghino in Europa nel 2012.Un impresa non del tutto fallita, ma neanche del tutto riuscita per Django Unchained (€ 11.929.898), che ha segnato un ritorno di Tarantino in gran classe, riconfermando lo sconfinato talento del regista; Les Miserables(€ 1.871.400)pellicola che, nonostante i pochi incassi in Italia, se è vero che è il secondo successo a segnare la carriera di un’artista, ammette di diritto Tom Hooper nell’albo dei grandissimi scongiurando l’eventualità del ruolo della meteora; e Lincoln (€ 6.391.957) che segna il ritorno di uno Spielberg che, anche se poteva essere previsto data la materia chiaramente a stelle e strisce,  non raggiunge risultati straordinari nella distribuzione mondiale, ed europea soprattutto, nonostante l’immensa prova del premio oscar Daniel Day-Lewis.

L’ultimo grande ritorno che arricchisce il mercato italiano è quello di Giuseppe Tornatore: la sua Migliore offerta (€ 8.768.673) di fatto è uno dei titoli con più qualità, di cui gli incassi non proprio esaltanti confermano i timori dell’oscuro presagio della crisi del botteghino italiano. Di origine nostrana è anche Il principe abusivo di Alessandro Siani (€ 14.209.434), che da qualche anno calca le scene cinematografiche dello stivale da assoluto protagonista e con ottimi esiti.
Si annoverano tra i soddisfacenti risultati poi le pellicole Flight  di uno Zemeckis in grande forma, Il grande Gastby (€ 7.240.948) che basato sull’omonimo romanzo di Scott Fitzgerald, stupisce le sale con delle trovate scenografiche di primissimo ordine, e alcuni sequel come Una notte da leoni 3 (€ 12.519.994) e Fast and Furios 6 (€ 12.839.787) ultimo capitoli delle rispettive saghe, che giocano (vincendo) sugli albori dei successi dei precedenti titoli. A seguire Oblivion The lone Ranger (€ 3.480.632) non incassano, e non incantano le difficili sale italiane.

Botte da orbi: Ma le sfide sui record d’incassi si giocano anche e soprattutto fra i pugni e i calci dei supereroi dei fumetti: ancora una volta Dc Comics e Marvel si sfidano lanciando rispettivamente L’uomo d’acciaio (€ 4.649.878) e il terzo capitolo dell’ormai cult Iron Man  (€ 16.040.249), che da qualche anno ha sparato in orbita le quotazioni di sex symbol di Robert Downey Junior. La sfida preannunciata ha visto trionfare la Marvel, nonostante le fatiche del paladino designato dalla DC Comics Cristopher Nolan, che qualche anno fa aveva dato non poca dignità al supereroe Batman, sfornando dei veri e propri capolavori.
Flop!: Di grandi e  grandissimi flop ne è stata ricca la scena anche questa prima metà di anno. Etichetta con cui è facilissimo bollare film come Cloud Atlas (€ 3.665.168), che nonostante le mastodontiche proporzioni delle produzioni tedesche, non convince la critica, e neanche la sala, nonostante l’affidamento della promozione mediatica a mostri sacri come Tom Hanks e Halle Berry. Promised land, sarebbe dovuto essere l’esordio alla regia di Matt Damon, che passò la staffetta a Gus Van Sant, entra di gran carriera nella categoria, non confermando l’affiatamento della squadra vincente in Will Hunting. Ma la seppur breve carrellata di flop, non può che chiudersi con l’emblematico esempio di come un remake può costituire un flop più repellente di quanto possano fare le sceneggiature originali : La casa (€ 1.565.324) di Fede Alvarez, semina nel giardino incantato di un film cult come quello del maestro Raimi, il seme dell’inefficacia.

Se nella fine di questo 2013 invece, vedremo germogliare altre opere degne di nota, è ancora tutto da valutare. Come dei buoni e pazienti contadini, aspetteremo il tempo giusto della fioritura, stimandone la qualità, per poi raccoglierne i frutti migliori.

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > 2013: Un anno di Cinema