40 carati: un uomo sul cornicione, un mistero da svelare

40 carati di Asger Leth

Che ci fa Nick Cassidy (Sam Worthington) su quel cornicione? E’ questa la domanda che si insinua nello spettatore quando l’uomo, un ex poliziotto appena evaso di prigione, si piazza nella zona più pericolosa del Roosevelt Hotel di New York, tra la 45esima e Madison Avenue.

Tuffandosi da quel grattacielo, Nick Cassidy rischia di portarsi con sé molte altre persone che custodiscono segreti importanti. Tutta la città, con i giornalisti in prima linea, guardano quell’uomo solo davanti al nulla e legato al mondo reale solo attraverso la negoziatrice Lydia Spencer (Elizabeth Banks). A mettere in discussione il lavoro di Lydia, però, c’è un rivale all’interno del dipartimento (Edward Burns) ed è proprio lui a spingere la negoziatrice ad addentrarsi nella storia di Nick.

Tanti interessi in ballo, persone che tentano di ostacolare i soccorsi ed una fitta serie di misteri da svelare: perché Nick Cassidy è salito lassù. Ogni possibile finale è aperto in “40 carati”, dove le risposte sono tante, ma una sola è quella giusta.

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > 40 carati: un uomo sul cornicione, un mistero da svelare