Bar Sport: il libro di Stefano Benni diventa una commedia

Il film Bar Sport di Massimo Martelli

Atmosfere e personaggi di “Bar Sport” sono gli stessi che caratterizzano il libro di Stefano Benni, pubblicato nel 1976 e diventato negli anni un classico della narrativa umoristica. Il perché è presto detto: chi non si è mai trovato in un piccolo bar di quartiere a parlare di calcio e politica tra flipper sgangherati e playboy improvvisati?

Il “Bar Sport” c’è in ogni città e ogni paese, spesso affacciato sulla piazza principale, per fare di ritrovo ai personaggi più stravaganti. In quello raccontato da gestito da Massimo Martelli c’è Antonio il barista, detto anche Onassis per la sua tirchieria, ma anche il “tennico” tuttologo che tutto sa e tutti conosce, il playboy che racconta le sue improbabili avventure, le vecchiette dall’aspetto innocuo e dall’animo perfido, l’inventore che insegue il record del flipper e i giocatori di biliardo pronti all’eterna sfida con il bar Moka.

Ma ci sono anche i “calciatori” da calcio balilla, l’innamorato depresso, l’ingenuo di turno, la donna dai “facili costumi” o il campione sportivo inespresso. Questi sono solo alcuni dei personaggi che animano il “Bar Sport”, un luogo dove tutta la vita, o almeno gli aneddoti più curiosi, si concentrano in pochi metri quadri… accompagnati dalla colonna sonora di un juke box.

Nelle sale 21 ottobre, “Bar Sport” di Massimo Martelli vanta un cast composto, tra gli altri, da Claudio Bisio, Antonio Catania, Giuseppe Battiston, Angela Finocchiaro, Lunetta Savini, Claudio Amendola e Teo Teocoli.

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Bar Sport: il libro di Stefano Benni diventa una commedia