Benvenuti al Nord: Mattia alla scoperta di Milano

Siani e Bisio in Benvenuti al Nord

E’ passato poco più di un anno dai record stabiliti del primo capitolo e per la saga sceneggiata da Luca Miniero e Fabio Bonifacci, ispirata al francese “Giù al Nord” di Dany Boon, è già tempo di bis.

Benvenuti al Nord” arriva nelle sale con l’etichetta di sequel molto atteso dal pubblico e, come tale, destinato a scalare il box office. In fondo, il format non si discosta molto dall’originale con i protagonisti, il milanese Alberto (Claudio Bisio) e il napoletano Mattia (Alessandro Siani), che stavolta si scambiano di ruolo.

Li ritroviamo, però, in crisi con le rispettive mogli: Silvia (Angela Finocchiaro) per Alberto e Maria (Valentina Lodovini) per Mattia. Silvia fa pesare ad Alberto il fatto che le dedica poco tempo, ma non sopporta nemmeno l’inquinamento di Milano… l’ideale sarebbe una seconda casa in montagna. Peccato che Alberto, dedito al lavoro, abbia già accettato un nuovo progetto delle Poste che richiede la gran parte del suo tempo.

Non va meglio a Mattia, ancora “allergico” al lavoro e agli impegni, tanto da vivere con la moglie Maria e il figlio Edinson a casa della madre: una situazione insostenibile per Maria che decide di lasciarlo.

Gli sforzi di Mattia per recuperare i cocci del suo matrimonio risultano vani e, con la complicità degli amici, finirà a Milano per cercare l’aiuto di Alberto. Se un milanese si è adattato a Napoli, allora anche un napoletano può farlo con Milano… forse, ma non subito. Come nel primo capitolo, anche “Benvenuti al Nord” diventa il film contro i pregiudizi che troppo spesso ci portiamo dietro.

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Benvenuti al Nord: Mattia alla scoperta di Milano