Dream House: in Italia il controverso thriller di Jim Sheridan

Dream House

Ribattezzato il “film delle controversie”, Dream House arriva in Italia da venerdì 3 agosto con il suo cast di primo piano e i suoi numerosi retroscena. La pellicola, infatti, è stata sia l’occasione di incontro tra lo 007 Daniel Craig e Rachel Weisz, che si sono poi sposati, ma anche di scontro con attori e regista da una parte e casa di produzione dall’altra. Va detto, infatti, che Jim Sheridan (Il mio piede sinistro, Nel nome del padre, Brothers) ha addirittura disconosciuto il film, mentre i protagonisti della pellicola si sono rifiutati di promuoverlo agli eventi.

Il motivo, come già accennato, è riconducibile agli attriti tra Sheridan e i produttori del film, dovuti a continue incomprensioni sia durante che dopo le riprese. In particolare, al regista irlandese non sarebbero andati giù i tagli al finale del film. Presupposti che non hanno sicuramente giovato a “Dream House”, accolto tiepidamente nelle sale americane. Chissà se in Italia, peraltro con il box office già sottotono, le cose andranno meglio.

Per quanto riguarda la storia, “Dream House” ha per protagonisti Will Attenton (Craig) e sua moglie Libby (Weisz), il cui sogno sembra avverarsi quando riescono finalmente ad acquistare la casa che hanno sempre sognato. Con le figlie Trish e Dee Dee, Will e Libby si trasferiscono a Morgan Creek… peccato per loro che la casa è infestata dai fantasmi dei precedenti inquilini.

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Dream House: in Italia il controverso thriller di Jim Sheridan