Faccio un salto all’Avana: Brignano e Pannofino a Cuba

saltoavana

Il film ci presenta i due fratelli romani Fedele e Vittorio, orfani e dai caratteri opposti. Fedele posato, buono, disponibile e Vittorio sveglio, cinico e prevaricatore sempre pronto ad approfittarsi del fratello e degli altri. I due crescono stando sempre insieme e, nemmeno a dirlo, si sposano con due sorelle… figlie di un ricco imprenditore, il commendator Siniscalco, cercando di sistemarsi.

Se Fedele, di nome e di fatto, assolve ai suoi doveri matrimoniali con la maggiore solerzia possibile, Vittorio invece consuma adulteri e accumula sempre più debiti col gioco. Un giorno la sua auto viene ripescata in fondo a un lago e tutti lo piangono morto: a Fedele spetta il compito di badare alla cognata e alle nipotine gemelle. A gravare su di lui ci sono anche il debito da risarcire al suocero e una moglie irascibile.

Fino al giorno in cui casualmente, dopo 6 anni, Fedele e la famiglia scoprono che Vittorio è ancora vivo e si trova all’Havana, Cuba. Fedele parte istantaneamente, convinto di riportare indietro il fratello facendo leva sulla sua sensibilità e i suoi doveri paterni, ma non è l’unico a prendere il volo per l’isola. Lo seguono anche una investigatrice ingaggiata da Siniscalco e Barbara, l’ex-amante di Vittorio ancora perdutamente innamorata di lui. Fedele, arrivato a Cuba, scopre che Vittorio è conosciuto come “El Tiburon” perché con la complicità di una ragazza cubana, Almadedios, organizza truffe ai “turisti de chicas”. Ce la farà Fedele a redimerlo e a riportarlo in Italia?

1

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Faccio un salto all’Avana: Brignano e Pannofino a Cuba