Gladiatori di Roma: il papà delle Winx si tuffa nell’Antica Roma

Dopo le fatine Bloom, Stella, Flora, Musa, Tecna, Aisha e Roxy, arrivano Timo, Diana, Lucilla, Chirone, Domiziano, Cassio e tutti gli altri protagonisti del film i Gladiatori di Roma. Destinati a conquistare il pubblico dei più piccoli, i nuovi personaggi di Iginio Straffi sbarcano al cinema con un’avventura d’altri tempi, in tutti i sensi. Ambientato nella Roma Imperiale, infatti, il film attinge a vecchie e nuove tecniche dell’animazione: oltre 12.000 schizzi realizzati e utilizzo della tecnica CGI, in particolare per la ricostruzione del Colosseo.

Come per le Winx, anche in Gladiatori di Roma è però la minuziosa caratterizzazione dei personaggi ad andare oltre le immagini, seppur coinvolgenti. In particolare con i protagonisti Timo, Diana e Lucilla, rispettivamente doppiati da Luca Argentero, Belen Rodriguez e Laura Chiatti. Tutta la storia ruota intorno a Timo, rimasto orfano dopo l’eruzione di Pompei e adottato dal generale Chirone. Con un simile padre adottivo, Timo non poteva essere altro che un guerriero, o meglio, un gladiatore: il giovane è cresciuto nell’Accademia di Gladiatori più famosa di Roma e pertanto è un eroe predestinato. Ma non sempre le ciambelle riescono col buco e, nonostante i sogni Chirone, l’unica ambizione di Timo è quella di divertirsi con gli amici Ciccius e Mauritius.

A cambiare la vita di Timo c’è però l’amore per Lucilla, figlia di Chirone appena tornata dalla Grecia. Il nostro eroe (o quasi) farebbe di tutto per lei… anche diventare un valoroso gladiatore e convincere il patrigno a concedergli la mano dell’amata. Spetterà Diana, affascinante quanto furba, addestrare Timo per raggiungere il suo scopo.

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Gladiatori di Roma: il papà delle Winx si tuffa nell’Antica Roma