Hysteria: la divertente storia dell’invenzione del vibratore

La commedia Hysteria di Tanya Wexler

Gi, avete capito bene, “Hysteria” racconta proprio la nascita del primo vibratore elettromeccanico, inventato dal dott. Mortimer Granville in un periodo storico in cui le invenzioni erano all’ordine del giorno.

Con Maggie Gyllenhaal e Hugh Dancy nei panni dei protagonisti, la commedia romantica “Hysteria” porta sul grande schermo una storia mai raccontata, ambientata negli anni ’80 dell’Ottocento, quando i primi esperimenti con l’elettricità si combinavano con la pruderie vittoriana. L’ispirazione del giovane dott. Mortimer Granville, sostenitore dalla “teoria patogenetica”, è geniale: sfruttare le ultime conoscenze tecnologiche per dare piacere alle donne.

L’invenzione, però, è solo l’ultimo atto di un percorso che lo vede “lavorare” al fianco del dott. Robert Dalrymple (Jonathan Pryce) in un’attività dedita al “massaggio manuale”, stroncata dopo l’iniziale successo dalla faticosa routine e dalla morale di Charlotte Dalrymple (Gyllenhaal), figlia maggiore del medico e sorella della bella Emily.

Il dott. Mortimer Granville è così costretto a sperimentare nuove soluzioni e l’amico e inventore Edmund St. John-Smythe (Rupert Everett) si rivela fondamentale: dal progetto di un piumino per spolverare elettrico prenderà vita l’invenzione del vibratore. L’impensabile è che fondamentale si rivelerà l’apporto dell’emancipata Charlotte…

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Hysteria: la divertente storia dell’invenzione del vibratore