Il Grinta: un film western per i fratelli Cohen

ilgrinta

Umorismo schietto, narrativa coraggiosa e bellezza grezza. I premi Oscar Joel ed Ethan Coen esaltano i tratti della storia western raccontata da Portis nel film “Il Grinta”, ambientato intorno al 1870, nell’America di frontiera subito dopo la Guerra Civile.

A narrare le vicende è Mattie Ross (Steinfeld), che a 14 anni si mette in viaggio verso Fort Smith, nell’Arkansas, determinata ad ottenere giustizia per la morte del padre, ucciso a sangue freddo.

Unica rappresentante della propria famiglia, Mattie è in cerca del codardo Tom Chaney (Brolin), che si dice abbia ucciso suo padre in cambio di due pezzi d’oro, prima di fuggire in Territorio Indiano facendo perdere le sue tracce.

Determinata ad inseguire Chaney per vederlo un giorno impiccato, Mattie chiede aiuto ad uno dei più spietati sceriffi della città, l’ubriacone dal grilletto facile Rooster Cogburn (Bridges). Ma Chaney è già inseguito dal ciarliero Texas Ranger LaBoeuf (Damon) che da la caccia al killer per riportarlo in Texas e riscuotere la grossa taglia che pende sulla sua testa. Con un simile trio alle calcagna, ce la farà Chaney a sfuggire? E cosa accadrà durante quest’assurda caccia all’uomo?

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Il Grinta: un film western per i fratelli Cohen