Killer Elite: tre grandi nomi, una guerra segreta senza quartiere

Killer Elite - Robert De Niro, Clive Owen e Jason Statham

Tre grandi protagonisti di action movies ed una storia di successo per il debutto del regista Gary McKendry in un lungometraggio. “Sicuramente è un film d’azione, sicuramente è un thriller, ma i personaggi sono ispirati a persone realmente esistite – ha commentato il cineasta nord irlandese -, e ciò che eravamo interessati ad esplorare era il lato umano di questi personaggi. Penso che sia questo l’aspetto che ha convinto Robert De Niro, Clive Owen e Jason Statham a fare il film”.

In effetti Killer Elite è l’avvincente narrazione di una storia ricca di suspense, con protagonista Danny (Jason Statham), un killer chiamato a uccidere su commissione, guidato dal suo amico e mentore Hunter (Robert De Niro) ed affiancato da un gruppo di fedeli colleghi.

Danny è un mercenario di altissimo livello, ma la sua carriera è arrivata al termine. Stanco delle brutalità commesse, questo killer apparentemente spietato decide di ritirarsi in cerca di una tranquillità mai avuta, ma le cose cambieranno presto. Hunter, rapito dal sultano dell’Oman, ha bisogno del suo aiuto.

Come il passato gli ha insegnato, nulla è gratuito e per liberare l’amico Hunter, Danny dovrà tornare ad impugnare le armi e imbarcarsi in una missione pericolosa: vendicare la morte dei figli del sultano, operata da un team di ex membri dei SAS, i Servizi Aerei Speciali Britannici, durante la Guerra dell’Oman. Un’impresa da brivido, resa ancor più difficile dalla presenza dei Feather Men, guidati dallo spietato Spike (Clive Owen). In “Killer Elite” ci imbattiamo in una guerra segreta e senza quartiere, combattuta da Parigi fino all’Australia.

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Killer Elite: tre grandi nomi, una guerra segreta senza quartiere