Lo stripper Magic Mike al cinema: Soderbergh racconta Tatum

Channing Tatum è Magic Mike

Se “Full Monty” ci aveva fatto sorridere con l’originale storia di un gruppo di spogliarellisti inglesi improvvisati, in Magic Mike si fa invece sul serio, con un gruppo di stripper belli, quanto capaci di muoversi in modo sensuale a ritmo di musica. La storia, come accennato, è ispirata al passato di Channing Tatum, stripper all’età di 19 anni e oggi attore affermato nonché protagonista del film che parla di lui, seppure con la giusta dose di fantasia.

Scritto e prodotto da Reid Carolin e diretto da Steven Soderbergh (Sesso, bugie e videotape; Out of sight; la saga di Ocean), il film Magic Mike ci conduce a Los Angeles dove incontriamo Mike (Tatum), un giovane e affascinante imprenditore che fa mille lavori di giorno e il sexy ballerino di notte. Già, perchè tra i mille talenti di Mike ce n’è uno su tutti: lo stripper. Noto con il nome d’arte di Magic Mike per le sue straordinarie doti di spogliarellista, questo ragazzo dalla doppia vita è la grande star del Club Xquisite, dove da anni richiama donne facoltose di ogni età per la gioia di Dallas (McConaughey), avido proprietario del locale.

Se Magic Mike è già una stella lucente, per il diciannovenne The Kid (Pettyfer) c’è ancora tanta strada da fare. Sarà proprio Mike ad insegnargli tutti i trucchi del mestiere, dal ballo sexy ai modi in cui si rimorchia una donna spillandole denaro, ma The Kid si dimostrerà presto così sveglio da poter camminare con le proprie gambe. Quando Mike incontra Brooke (Cody Horn), sorella del suo brillante allievo, capisce subito che qualcosa nella sua vita sta cambiando. Per sapere cosa, l’appuntamento è al cinema da venerdì 21 settembre.

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Lo stripper Magic Mike al cinema: Soderbergh racconta Tatum