Ruggine: riflessi di un’estate lontana nel film di Daniele Gaglianone

Ruggine

Tratta dall’omonimo romanzo di Stefano Massaron, “Ruggine” è un film che ci riporta nell’Italia degli anni ’70. Ci troviamo al nord e lo scenario è quello di una periferia abitata da immigrati meridionali e del nord-est.

In questo contesto si muove la banda capitanata Carmine, un siciliano che passa il tempo tra giochi e scontri con altre piccole bande. Il centro di tutto è il Castello: due vecchi silos abbandonati.

Siamo in estate e l’arrivo del distinto dottor Boldrini attira le attenzioni di tutti… compresi Carmine e i suoi piccoli amici, Sandro, Cinzia, Betta, Andrea e Tonio. Perché quell’uomo, così diverso da tutti gli altri abitanti del quartiere, ha deciso di stabilirsi lì? Carmine e i suoi amici lo scopriranno sulla loro pelle.

Sono trascorsi trent’anni e i ragazzi sono ormai degli adulti alle prese, chi più e chi meno, con le loro responsabilità. Quella lontana estate degli anni ’70 tornerà improvvisamente a fare capolino nelle loro vite…

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Ruggine: riflessi di un’estate lontana nel film di Daniele Gaglianone