Sex and Zen: Extreme Ecstasy, il primo film porno 3D è già un fenomeno

Vero e proprio colossal dei film soft-core, costato più di 3 milioni di euro, “Sex and Zen: Extreme Ecstasy” potrebbe richiamare verso Hong Kong centinaia di cinesi disposti a non perdersi neanche una scena dell’innovativa pellicola. Già si parla, infatti, di pacchetti viaggio organizzati verso l’ex protettorato britannico per sfuggire ad eventuali tagli e godersi il film in lingua cantonese.

Basato sull’erotic novel cinese del 17° secolo “Il tappeto della preghiera carnale” (The Carnal Prayer Mat) e sequel 3D dell’omonima serie di film erotici inaugurata nel 1991, “Sex and Zen” non è solo un film per adulti.

Pur non trattandosi di un vero e proprio film hard, chi lo ha già visto in anteprima ha parlato di una pellicola che combina magistralmente la tecnologia 3D con la sensualità del genere. Il risultato, assicura il quotidiano britannico The Guardian, è di quelli che lasciano senza fiato.

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Sex and Zen: Extreme Ecstasy, il primo film porno 3D è già un fenomeno