Ti stimo fratello: al cinema con il Jonny Groove di Zelig

Ti stimo fratello di Giovanni Vernia

Il binomio Zelig e cinema si rinnova con il primo film di Giovanni Vernia, l’ingegnere genovese che ha conquistato il pubblico con lo stravagante personaggio di Johnny Groove, il ragazzo che vive per la discoteca, socializza su Facebook e Twitter via telefonino, indossa strani pantaloni muccati e canta “Il paradiso siamo noi”.

Pronto a seguire le orme dei vari Checco Zalone ed Ale e Franz, con “Ti stimo fratello” Giovanni Vernia porta sul grande schermo proprio la sua doppia identità di ingegnere metodico e discotecaro coatto. Tutto inizia, infatti, con un viaggio nella vita di Giovanni, un ingegnere elettronico fidanzato e finalmente con un lavoro stabile. Tutto tranquillo? Sì, almeno fino all’arrivo di Jonny, suo fratello gemello, ma dagli interessi opposti. Jonny vive alla giornata, o meglio alla notte, in quanto il suo unico scopo nella vita è fare l’alba nelle discoteche più alla moda… almeno fino a quando il padre Michele (Maurizio Micheli) non decide di dargli una raddrizzata.

Michele è un maresciallo della Guardia di Finanza e pensa che l’unica cosa da fare con Jonny è farlo entrare nel corpo, dove avrà un lavoro ed imparerà la disciplina. Prima però, il ragazzo deve entrare nella GdF sostenendo un esame orale a Milano, dove vive Giovanni e soprattutto c’è il Gilez, locale alla moda dove diventerà presto una star circondata da personaggi molto particolari…

2

Appassionato di Cinema?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Cinema > Ti stimo fratello: al cinema con il Jonny Groove di Zelig