Acqua sulla Luna, il bicchiere è mezzo pieno

Luna

Analizzando le “perline vetrose” prelevate dal suolo lunare, dalle quali già in passato si era confermata la presenza di acqua, i ricercatori sono arrivati alla conclusione che sul satellite la presenza d’acqua è ben 100 volte superiore a quanto finora ipotizzato: la quantità totale eguaglierebbe così quella riscontrabile nel mantello della Terra. La scoperta spinge inoltre a riconsiderare le valutazioni scientifiche sull’origine del ghiaccio in alcuni crateri della Luna, che potrebbe non essere stato “trasportato” da comete e meteoriti, bensì essere il frutto di eruzioni vulcaniche.

Una così importante presenza d’acqua rappresenta inoltre una nuova spinta alla possibilità di costruire basi sulla Luna. Non solo, la nuova scoperta obbliga a nuove interpretazioni sull’origine della Luna stessa, mettendo in crisi proprio una delle teorie più accreditate a riguardo, ovvero che il satellite sia nato da un impatto tra la Terra e un altro corpo celeste grande quanto Marte. Dopo un “incidente” di tali dimensioni, l’acqua sarebbe infatti dovuta totalmente evaporare. D’obbligo, naturalmente, la massima prudenza, dato che ancora non è chiaro se tale concentrazione d’acqua possa essere riscontrata su tutta la Luna o se invece la tipologia di cristalli analizzata sia presente solamente in una parte di essa.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Acqua sulla Luna, il bicchiere è mezzo pieno