Alla scoperta degli itinerari gastronomici spagnoli: l’Estremadura in Andalusia

Chi, parlando della Spagna o di organizzare la prossima vacanza in questa fantastica terra, non ha accennato almeno una volta alla sua cucina tipica e alle specialità culinarie che in queste zone è possibile degustare? Molto spesso amiamo viaggiare anche solo con la fantasia e riproduciamo nelle nostre case i piatti tipici spagnoli più famosi al mondo, come la paella (in tutte le sue varianti di pesce, carne e verdure) oppure le tapas, magari per organizzare una cena a buffet con gli amici.

Ma certo, mangiare queste prelibatezze direttamente sul posto e preparate dalle mani esperte di chi in quei luoghi è nato e vissuto, davvero ha tutto un altro sapore…

La gastronomia spagnola tipica dell’Estremadura

La cultura gastronomica spagnola si avvicina per molti aspetti a quella italiana: il momento del pranzo o della cena è prima di tutto sinonimo di convivialità e relax. Si mangia in maniera abbondante e prendendosi tutto il tempo necessario per poter assaporare almeno due portate, tra una chiacchiera e una risata con la famiglia o con gli amici di sempre. Molti prodotti della terra sono simili a quelli del nostro Paese, per quanto poi lavorati e proposti in modo diverso. La Spagna è uno dei Paesi europei col maggiore numero di ore di sole durante l’anno e questo le garantisce ingredienti tipici della dieta mediterranea, in grado di soddisfare il palato di turisti di diverse nazionalità che scelgono le mete turistiche spagnole per le loro vacanze.

Olio d’oliva, prosciutto iberico, frutti di mare, vino, formaggi e ortaggi. Rinomati non solo in quanto tali ma soprattutto perché trasformati in piatti succulenti grazie alle ricette della tradizione tipiche di questi luoghi. Basti pensare, per avere un’idea della proposta gastronomica spagnola, all’infinità di sagre locali e feste popolari organizzate in ogni città e in ogni regione. Ogni luogo vuole valorizzare i prodotti del proprio territorio e li propone al meglio al turista, per deliziarlo e farlo rimanere estasiato. Dagli arrosti di agnello, maialino e capretto della Meseta passando per i frutti di mare della Cantabria fino a giungere alle diverse varietà di riso del Levante spagnolo, proposte in diverse ricette e non solo sotto forma della classica paella!

Da non dimenticare ovviamente il vino, che in Spagna rappresenta un prezioso gioiello di cui andare orgogliosamente fieri.

Gli itinerari gastronomici più interessanti e appetitosi si trovano nella regione spagnola dell’Estremadura. Quello più conosciuto riguarda il prosciutto iberico: nella zona di Badajoz, ti consigliamo di visitare località come Jerez de los Caballeros, Zafra, Fuente de Cantos e Calera de Leon, per degustare ottimi taglieri di prosciutto, magari accompagnati da un buon bicchiere di vino tinto.

Altro prodotto tipico dell’offerta gastronomica spagnola è il pimentón, tipo di paprika molto diffuso nella zona di La Vera, per quanto riguarda la Sierra Norte.

Ovviamente è doveroso segnalare anche la bontà dell’olio d’oliva spagnolo oltre naturalmente alle carni di capretto e agnello e infine ai liquori tipici di Jerte.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Alla scoperta degli itinerari gastronomici spagnoli: l’Estremadura in Andalusia