Bacio tra Papa e Imam non piace a religiosi: Benetton ritira campagna

La storia delle pubblicità Benetton è ricca di provocazioni, per lungo tempo firmate dal fotografo Oliviero Toscani, e di altrettante polemiche. L’ultima, arrivata nelle scorse ore, è quella che riguarda l’immagine del bacio tra il Papa e un Imam, subito criticata dal Vaticano per l’uso improprio fatto dall’azienda dell’immagine del Pontefice. La contemporanea condanna da parte della comunità musulmana ha dunque convinto Benetton a ritirare l’immagine a poche ore dal lancio.

“Ribadiamo che il senso di questa campagna è esclusivamente combattere la cultura dell’odio in ogni sua forma - spiega l’azienda in merito alle critiche per la foto del bacio tra il Papa e l’Imam -. Siamo perciò dispiaciuti che l’utilizzo dell’immagine del Pontefice e dell’Imam abbia cosi urtato la sensibilità dei fedeli. A conferma del nostro sentimento abbiamo deciso con effetto immediato di ritirare questa immagine da ogni pubblicazione”.

In particolare, le comunità religiose condannano la strumentalizzazione dell’immagine dei due religiosi per finalità di promozione commerciale, nonostante la campagna sia nata nell’ambito della campagna mondiale “contro la cultura dell’odio”, intitolata UNHATE.

E dire che le intenzioni del gruppo Benetton sembravano delle migliori: “Gli odi non cessano mai grazie all’odio, cessano grazie al non-odio - spiegava la nota dell’azienda trevigiana -. Questa profonda e umana idea di tolleranza riassume i principi ispiratori della Campagna UNHATE, che Benetton ha creato con l’obiettivo di contrastare la cultura dell’odio promuovendo con un global call to action e con gli strumenti più innovativi della comunicazione la vicinanza tra popoli, fedi, culture e la pacifica comprensione delle ragioni altrui”.

Prima iniziativa promossa dall’omonima Fondazione UNHATE, la campagna non ha per protagonisti “solo” Papa Benedetto XVI e Ahmed Mohamed el-Tayeb, Imam della moschea di Al-Azhar al Cairo. Il tema centrale del bacio viene espresso anche con personaggi come Barack Obama e il leader cinese Hu Jintao o il presidente palestinese Mahmoud Abbas e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

“Si tratta di immagini simboliche di riconciliazione con un tocco di speranza ironica e costruttiva provocazione - motiva Benetton – per sollecitare una riflessione su come la politica, la fede, le idee, anche se diverse e contrapposte, debbano comunque portare al dialogo e alla mediazione”.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Bacio tra Papa e Imam non piace a religiosi: Benetton ritira campagna