Caffè espresso, riconoscere una vera miscela di qualità

Caffè

A guidarci nel difficile ma stimolante compito di riconoscere una buona miscela è la “CSC – Caffè Speciali Certificati”, un’associazione nata dalla passione di un gruppo di torrefattori proprio per promuovere la cultura del caffè di qualità.

Scopriamo così che dovrà prima di tutto presentare queste caratteristiche: una tostatura regolare ed uniforme, un colore tonaca di frate e il buon sviluppo del chicco. In questo contesto va specificato che nelle regioni del Nord Italia la tostatura si presenta più chiara rispetto alle regioni del Centro e – in particolare – del Sud. E dato che a una torrefazione più scura corrisponde un progressivo aumento della corposità e una diminuzione dell’acidità, al Sud berremo espressi più densi e corposi mentre al Nord più dolci e aromatici.

In tazza, il caffè dovrà poi presentare una crema densa, compatta e uniforme di colore nocciola. Non dovrà invece tendere ad aprirsi a causa di una macinatura troppo fine o ad avere macchie bianche, in questo caso segno che il caffè è stato macinato troppo grosso. Anche l’olfatto ha la sua importanza: si potrebbe grossolanamente affermare che gli odori “dolci” (cereali, vaniglia, cioccolata, fiori, ecc.) caratterizzano un prodotto di qualità superiore, al contrario di quelli “amari” (liquirizia, gomma bruciata, ecc.) o “sporchi” (terra, juta ecc.).

Sempre secondo quanto riportato sulle pagine del sito della CSC, il sapore dovrà essere omogeneo, pulito, equilibrato ed avvolgente. Una buona miscela fa della morbidezza un suo punto di forza, garantendo acidità gradevole e assenza di astringenza. Il retrogusto sarà dolce e persistente.

Un’ultima curiosità: capita spesso di lamentarsi perché l’espresso preso in un determinato bar “sapeva di bruciato”. Nessuno ha bruciato nulla, in realtà, si è solo bevuto un caffè con un’alta percentuale di Robusta, con il suo caratteristico sapore legnoso ed amaro. Oppure la causa potrebbe trovarsi nelle macine troppo consumate o nell’eccessiva pressione cui è stato sottoposto il caffè.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Caffè espresso, riconoscere una vera miscela di qualità