Cambia il vento, ma è troppo forte: vola la gonna al PD

Il manifesto della Festa dell'Unità di Roma

Insomma, ci troviamo davanti ad un’idea neanche tanto originale, ma comunque dall’impatto garantito sul pubblico. Impatto che però è stato tutt’altro che gradito dalle sostenitrici di “Se non ora quando”, il movimento “rosa” nato in occasione dell’organizzazione della Giornata Nazionale Mobilitazione Donne del 13 febbraio 2011. Il comitato ha infatti espresso sconcerto di fronte alla campagna pubblicitaria lanciata dalla sede romana del PD per la Festa dell’Unità, iniziata ieri 23 giugno e in programma fino al prossimo 24 luglio.

“L’abbinamento fra lo slogan “Cambia il vento” e l’ennesima immagine strumentale del corpo femminile – si legge in una nota pubblicata ieri anche sulla pagina Facebook di “Se non ora quando”ci lascia stupite e attonite”. Il comitato contesta, ancora una volta, l’uso del corpo delle donne come veicolo di messaggi che nulla hanno a che fare con esso e invita il Partito Democratico romano a ritirare la campagna. Si tratterebbe, sostengono, anche di una forma di rispetto verso milioni di donne italiane il cui voto è stato fondamentale nelle amministrative e nei referendum nazionali del 12 e 13 giugno.

Tanti i commenti degli utenti di Facebook, in particolare donne, che hanno voluto esprimere il proprio consenso alla protesta per un manifesto che viene definito quantomeno banale, da alcune addirittura volgare, e comunque dalla maggioranza un irrispettoso utilizzo del corpo femminile. C’è addirittura chi, scherzosamente, dice di avere idea che questa pubblicità sia stata fatta da qualcuno di Publitalia…

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Cambia il vento, ma è troppo forte: vola la gonna al PD