Case all’estero: boom Brasile per investimento e non solo

Case nel mondo

Se il mercato interno degli immobili continua ad essere stagnante, la ricerca di case all’estero fa registrare un +9% rispetto al 2010. Questo nuovo fenomeno emerge dalla ricerca firmata da Immobiliare.it e merita di essere approfondito, in quanto arriva in un momento di crisi profonda per il nostro Paese e, più in generale, per l’Europa meridionale.

Cosa succede, siamo tornati ad essere un popolo di migranti? Non proprio, in quanto i motivi di questo rinnovato appeal della casa sembrano essere principalmente tre: acquistare immobili per affittarli o rivenderli dopo un’eventuale rivalutazione (57%), per motivi personali di trasferimento fuori confine (22%), per le vacanze (21%). Secondo Carlo Giordano, AD dell’azienda che ha promosso la ricerca, indipendentemente dai motivi della loro scelta gli italiani vedono negli immobili acquistati all’estero un miglior rapporto tra qualità e prezzo.

Tra i paesi più ambiti, se si escludono le esigenze di trasloco, ci sono quelli emergenti come il Brasile e la Tailandia, ma anche città europee come Praga (Repubblica Ceca) e Budapest (Ungheria). Chi può permettersi spese maggiori, invece, sembra orientarsi su must come Berlino (Germania), Londra (Inghilterra) e Costa Azzurra (Francia, Monaco).Vere e proprie scommesse immobiliari sono rappresentate dall’acquisto di immobili a Dubai, ma anche a Miami (USA) o ancor di più nella Grecia in difficoltà. Va inoltre detto che, dal 2010 ad oggi, il maggior incremento delle ricerche di è registrato per l’acquisto di case in Brasile: +22%.“Il forte interesse nei confronti del Brasile – spiega Giordano – risponde ad una diversa percezione: è visto come un Paese dalle grandi opportunità, in cui è possibile comprare immobili nuovi (sia nelle metropoli che in località turistiche), e persino terreni, a prezzi molto bassi rispetto ai nostri standard. Il costo medio dell’immobile cercato è di 90.000 euro, sufficienti a compiere un acquisto di buon livello”.

In ogni caso, chi decide di acquistare casa all’estero tiene conto della raggiungibilità delle mete, in particolare con voli a basso costo, ma anche alla tassazione in atto nel paese. Guardando ai numeri, vale 4,2 miliardi di euro il mercato degli italiani che investono all’estero nel settore immobiliare, con circa 25 mila compravendite all’anno e un importo medio delle transazioni di circa 175.000 euro.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Case all’estero: boom Brasile per investimento e non solo