Conosci il tuo Pasto: Galletto e Foglie verdi fanno la differenza

Conosci il tuo Pasto

Conosci il tuo Pasto è, infatti, sinonimo di una piena partecipazione nella scelta degli alimenti, sul loro modo di produrli e sulla loro provenienza. Presentata a Senigallia (AN), sede dell’Istituto Mediterraneo di Certificazione, l’iniziativa si rivolge ad operatori e clienti.

Remo Ciucciomei, amministratore di IMC, l’ente accreditato per la certificazione dei ristoranti Conosci il tuo Pasto, spiega: “Il progetto di una Guida di ristoranti certificati che guarda da una parte all’agricoltura di qualità, e dall’altra al consumatore come parte attiva e consapevole vuole sottolineare proprio questo: che quando si parla di cibo tutti, indistintamente, hanno diritto a partecipare al gioco della qualità. Le certificazioni rilasciate dal nostro Istituto e illustrate nella Guida hanno proprio questo obiettivo: affiancare lo sforzo informativo del ristorante verso il consumatore, spiegare le diverse qualità degli alimenti, favorire la scelta da parte delle persone”.

Durante la presentazione, oltre al Manifesto e alla Guida edita da Gourmadia Editore, sono stati presentati alla stampa e al pubblico i nuovi criteri della certificazione “Conosci il tuo Pasto”. A partire dai criteri utilizzati per la valorizzazione dei prodotti di qualità selezionati dal ristorante per l’assegnazione dei Galletti (uno, due o tre), ai parametri utilizzati al fine della valutazione della performance ambientale del ristorante e del suo sistema di forniture di alimenti per l’assegnazione delle Foglie Verdi (una, due o tre) attraverso il percorso compiuto dagli alimenti misurato dal KM OK e il metodo di calcolo Eco Chef Food Print, messo a punto dall’Istituto Mediterraneo di Certificazione di Senigallia in collaborazione con il Consorzio per la Ricerca e la formazione sulla sicurezza alimentare (RIFOSAL) e un’equipe di esperti dell’Università della Tuscia di Viterbo.

“Ogni garanzia di qualità, di salubrità alimentare e di rintracciabilità dei processi produttivi, oltre che a quelli di trasformazione degli alimenti, rappresenta un valore tanto per i consumatori quanto per gli agricoltori - commenta Giuseppe Politi, Presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori -. Non è un caso che come organizzazione professionale agricola abbiamo messo, da sempre, tra le priorità della nostra Mission la trasparenza ed il tema delle etichettature chiare per chi acquista. Così come abbiamo operato per la realizzazione delle ulteriori garanzie, tipo i marchi di tutela e le certificazioni connesse. In questo quadro, si inserisce la collaborazione con IMC e con le iniziative che loro stanno intraprendendo, tutte volte a tutelare un consumatore finalmente consapevole e quegli agricoltori che lavorano nella qualità”.

Come si legge Conosci il tuo Pasto? Occhio al Galletto e… alle Foglie Verdi.

Uno, due o tre Galletti nel certificato del ristorante indicano il punteggio raggiunto dal ristorante sulla base della tipologia del numero di prodotti alimentari di qualità certificata e/o identificata offerti nel locale.

Una, due o tre Foglie Verdi nel certificato del ristorante indicano i valori stimati di miglioramento della performance ambientale nell’approvvigionamento degli alimenti offerti dal locale (prodotti biologici, prodotti locali a KMOK). I valori di miglioramento sono ottenuti con il metodo di calcolo Ecochef Foodprint.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Conosci il tuo Pasto: Galletto e Foglie verdi fanno la differenza