Contouring, nuova luce per il volto

contouringmix_jugo.it

Cosa fare per ottenere dei lineamenti da star di Hollywood? Non basta mano ferma e fantasia per garantire ottimi risultati con pennelli, matite e fondotinta; anche il ricorso al fotoritocco per cercare di rendere il viso perfetto, accostandolo ai canoni di bellezza odierni, rischia di stravolgerne la reale forma al punto che mostrarlo nelle proprie foto potrebbe diventare quasi ridicolo e fuorviante.

L’approccio del makeup artist in questi casi deve prima passare per l’interpretazione dei lineamanenti; riconoscere le parti che necessitano correzioni ed ottenere un insieme che faccia dei difetti, delle disarmonie e dei pregi, un tutt’uno che valorizzi il risultato finale, significa rendere il trucco adatto al volto della persona per il quale è stato pensato. Non esiste quindi un trucco “universale” ed è proprio con tecniche come il contouring l’highlighting che si può ottenere una diversa percezione dei volumi col gioco di luci ed ombre, distribuendole”strategicamente”.

Come un pittore che prepara la tela per dare una base al suo dipinto, così è importante definire le zone su cui lavorare per adattare il risultato del tipo di trucco scelto al tipo di volto su cui applicarlo, cercando di essere più obiettive possibile quando ci si appresta a truccarsi, imparando a riconoscere punti “forti” e punti “deboli”.

Su un viso marcato da una forma squadrata, con mascelle dai lineamenti decisi e fronte prominente, è buona regola evitare fondotinta chiari ed agire ombreggiando con tonalità scure a partire dall’attaccatura dei capelli e creando una zona più scura, magari con un fard color mattone, tra gli zigomi e la mascella; isolare visivamente gli zigomi sporgenti significa renderli omogenei nella loro conformazione ed armonici con l’effetto totale. Similarmente un viso più tondeggiante o “paffutello”, dovrà essere allungato evidenziando con un correttore chiaro la parte centrale e  ridefinire, scurendolo, il contorno del volto.

Non ci sono limiti alla zone su cui lavorare e queste tecniche si possono adattare anche al trucco per le labbra, per assottigliarle o renderle visivamente più pronunciate. L’importante è imparare a sfumare il colore per non creare stacchi troppo netti e dare un effetto simile a quello realizzabile con un aerografo.

I risultati su uno dei personaggi televisivi americani più noti, nel mondo del glamour e del gossip, come Kim Kardashian, sono evidenti e mostrano un esempio delle possibilità di utilizzo sia del contouring che dell’highlighting.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Contouring, nuova luce per il volto