Crescono acquisti di vino in cantina: risparmio e riscoperta

Vino

Sarà la voglia di risparmiare qualcosa o di riscoprire il territorio, ma è in aumento il numero degli italiani che acquistano direttamente in cantina le bottiglie di vino destinate alla propria tavola e a quella degli amici, per serate conviviali o regali sempre graditi. A dirlo è Coldiretti che, in occasione di Cantine Aperte 2012, segnala che ben 7 italiani hanno effettuato almeno un acquisto di vino dal produttore. E non si tratta di gesti occasionali, in quanto la spesa complessiva stimata va oltre gli 1,2 miliardi di euro all’anno.

Bottiglie, dame e damigiane escono dalle oltre 20.000 aziende agricole italiane che vendono direttamente il proprio vino in cantina, senza dimenticare i sempre più diffusi mercati e botteghe degli agricoltori, o addirittura internet per le realtà più all’avanguardia. Quali sono, allora, i luoghi più apprezzati per gli acquisti di vino fuori dalla grande distribuzione? Secondo il sondaggio Coldiretti, in vetta ci sono proprio i mercati degli agricoltori (33%), seguiti dalle aziende agricole o cantine (27%). Più staccati, con il 6% e il 4%, ci sono i punti vendita dei produttori con (bottega, sagra, ecc) e i siti web.

“L’acquisto del vino in cantina – commenta Coldiretti – è un fenomeno in rapida espansione che rappresenta una opportunità per i consumatori che possono così risparmiare e garantirsi acquisti di qualità, ma anche un’occasione per le imprese agricole che possono vendere senza intermediazioni e far conoscere direttamente le caratteristiche e il lavoro necessario per realizzare una specialità territoriale unica e inimitabile”.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Crescono acquisti di vino in cantina: risparmio e riscoperta